Regalo suocera 70 anni


E durato quasi 10 anni.
A questo punto sarebbe doveroso ringraziare tutti quelli che in questi anni si sono attivati per curarmi ( medici, infermieri, tecnici, oss ) Ma ognuno di loro sa in cuor suo che io gli sarò grato per sempre.
Sembra il pensiero di un pazzo, ma chi è passato dallinferno capisce cosa vuol dire.Per me è iniziata una nuova vita, non sono piu il solito, sono cambiato, vedo il mondo con altri occhi, capisco tante cose a sconti coop 2018 cui prima non davo importanza, mi sento una grande responsabilità, per questo organo che mi è stato donato da una persona.Genova Filippo Lo sguardo innocente di mio figlio Ciao a tutti, mi chiamo Filippo, trapiantato di rene dal Novembre 2008.Lappuntamento cuccioli meticci in regalo bergamo tre volte la settimana e tassativo, anche quando un dolore cosi ti colpisce al centro del cuore.Lei la malattia ha spento ha spento il rombo della mia moto, la mia spensieratezza, le mie serate in discoteca, i mie primi amori.Dopo 10 minuti mentre io e mia moglie parlavamo, mi telefonò la Dottoressa e mi disse che avevano deciso loro e che il rene sarebe andato a una persona che aspettava da molto tempo dato che io in quel momento non facevo ancora dialisi.Dopo un periodo sprecato a giocare a nascondino con i miei problemi, prendo una delle più coraggiose decisioni della mia vita: decido di parlarne!
Mi hanno fatto firmare dei moduli di autorizzazione allintervento e di adesione a partecipare a delle sperimentazioni (il che mi sembra il minimo che ti possano chiedere, visto che ti salvano e migliorano la vita mi hanno sottoposta a delle analisi, preparata allintervento in ambiente.
Volevo dire infine che non importa quanto o quando: noi dobbiamo essere sempre testimoni.
Volevo dire a Marcella di essere forte (lo so che è difficile ma prima o poi il Signore ricompensa tutti con le sue infinite benedizioni.Quali uscite ci sono dalla dialisi?Dopo 11 mesi e mezzo esatti, mi hanno chiamato per il trapianto: era il 13 settembre del 1983 ma sono stato molto fortunato, anche se con qualche problema fortunatamente risolto, il trapianto è durato venti lunghi anni fino al 31 luglio del 2003 quando sono.Subito grande paura e angoscia, ma ora è tutto.Esce il medico e mi dice che è gravissimo e sta morendo.




Sitemap