Premio letterario pirandello 2011





E' colpa mia anche mio padre che voleva un figlio medico e mia madre che mi voleva solo a casa.
Questo l'obbiettivo del Soprintendente Stefano Pace che.
Ecco, lo sento, mi annega il corpo questo mio sangue.
Lei mi guarda un po' stupita.L'hai appesa a un filo.Anche la mattinata trascorreva lentamente e non lasciava presagire alcuna sorte avversa;tutto sembrava filare liscio, tra una settimana sarebbe cominciata la primavera.Avevo controllato tre o quattro righe a caso ed i calcoli erano giusti, così mentre aspettavo che il computer terminasse tutta la"zione mi misi a guardare le due statue che stanno sul edificio di fronte, nel palazzo Terni-Smolars.Ed è una promessa, se posso promettere ancora.E' per questo che non voglio andare con loro, Valeria.Aiuterò il tempo e lo sarò da subito.Gabriele ricopriva lincarico di procuratore speciale, ed era anche un esperto in meteorologia.Mi mancherai, vita, come mancano tutte le cose care, è venuto il momento di salutarci.Felice Del Vecchio, La chiesa di Canneto, Einaudi, maria Giacobbe, Diario di una maestrina, Laterza, angelo Magliano, La borghesia e la paura, Vallecchi.
Dovrò stare più attento in futuro.
Prepara la mia casa, fa che la terra sia gentile, che mi scaldi dinverno e mombreggi destate, fa che di notte, io senta le cicale dagosto e a marzo i gatti in amore.
La verità è questa.Torno a mia madre.Share Clipboard, link, public clipboards featuring this slide, no public clipboards found for this slide.Solo ottuse parole di consolazione passeggera: Vedrai che non è niente.Erano quelle che desideravi?More like this., Un Concorso Internazionale Letterario per promuovere il Sud: aperte le iscrizioni.Chissà se morire sarà come nascere ancora.Non seppi cosa dirle e abbozzai un sorriso.Per questa mia scelta che ha fatto di me quello che sono, che ero.Anche i medici che aveva consultato le dicevano che si trattava regali utili casa probabilmente di questo.



Mia madre finge disinvoltura e mi tocca una mano, ma la ritira subito.
Sento tutto dentro che esplode e dilaga, un incendio di troppa vita, e per quella io muoio.

Sitemap