Elenco beneficiari voucher internazionalizzazione 2017


Le variazioni relative alle condizioni di svolgimento del progetto cerco pinscher toy in regalo di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico intervenute successivamente alla data di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni devono essere comunicate al Ministero esclusivamente nellambito della richiesta di erogazione del Voucher; tali modifiche.
Laccesso alla procedura informatica è riservato al rappresentante legale dellimpresa proponente, come risultante dal certificato camerale della medesima, il quale potrà in seguito eventualmente delegare un altro soggetto, non necessariamente interno alla organizzazione aziendale, per la presentazione della domanda erogazione (attraverso la procedura informatica Gestione.
Attraverso lutilizzo di carte voucher ict da 10mila euro di credito aziendali)?
I certificati accettati sono quelli emessi da un certificatore accreditato riconosciuto dallagid come ente emittente di certificati di autenticazione e il suddetto certificato deve essere valido (non scaduto).2.12 Quali sono gli elementi che consentono di determinare lammissibilità delle happy meal regalo spese riferite allambito di attività sviluppo di soluzioni di e-commerce di cui allarticolo 2, comma 2, lettere c) del decreto 23 settembre 2014?1407/2013 che disciplina gli aiuti a titolo de minimis tenuto conto anche della eventuale procedura di riparto delle risorse prevista dallarticolo 8, commi 5 e 6 del decreto 23 settembre 2014.Finalita l'Assessorato intende incentivare la ripresa del lavoro favorendo linserimento lavorativo e loccupazione dei disoccupati di lunga durata e dei soggetti con maggiore difficoltà di inserimento lavorativo, nonché il sostegno delle persone a rischio di disoccupazione di lunga durata.Nel caso in cui si rendano disponibili delle risorse finanziarie, anche a seguito della rinuncia alle agevolazioni da parte di imprese beneficiarie, tali risorse aggiuntive rientreranno nella disponibilità del Ministero che potrà utilizzarle per il sostegno di nuove iniziative imprenditoriali.6.2 Come deve essere compilata la richiesta di erogazione a valere sul decreto 23 settembre 2014?In particolare è cumulabile con norme che prevedono benefici di carattere fiscale applicabili alla generalità delle imprese (come.In riferimento al quesito posto, la risposta è negativa.
Si evidenzia inoltre che per le imprese per le quali alla data di sottoscrizione della domanda di agevolazione non è stato approvato il primo bilancio ovvero, nel caso di imprese esonerate dalla tenuta della contabilità ordinaria e/o dalla redazione del bilancio, non è stata presentata.Per chi beneficia delliperammortamento possibilità di fruire dellagevolazione anche per gli investimenti in beni strumentali immateriali (software e sistemi IT).125 e successive modificazioni e integrazioni, ha istituito una zona franca nel territorio dei comuni della regione Sardegna colpiti dallalluvione del 18 e 19 novembre 2013 per il quale è stato dichiarato lo stato di emergenza con deliberazione del Consiglio dei ministri del 19 novembre.5.10 Alla domanda di accesso alle agevolazioni devono essere allegati i preventivi di spesa?Il Ministero provvede alla prenotazione del Voucher a favore delle imprese che hanno presentato domanda di accesso alle agevolazioni attraverso un provvedimento cumulativo di prenotazione pubblicato sul sito istituzionale.Massimale: le imprese interessate dovranno presentare un piano d'innovazione del valore massimo di 150.000 euro.Leggi tutto: sardegna: in partenza il Contratto di Sviluppo: nuovo bando per incentivare i progetti di sviluppo e investimenti.L'estratto del conto corrente utilizzato per i pagamenti connessi alla realizzazione dellintervento, può essere sostituito da altra documentazione - esclusivamente rilasciata dalla banca - attestante lavvenuta esecuzione delle operazioni (a titolo esemplificativo: attestazione di avvenuto pagamento, lista movimenti timbrata e firmata dalla banca, ordini.No, in quanto larticolo 5, comma 1, lettera d del decreto 23 settembre 2014, prevede che il soggetto proponente alla data di presentazione della domanda non deve essere sottoposto a una procedura concorsuale e non deve trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria.2, paragrafo 2, del Regolamento (UE).




Sitemap