Come vincere la paura della mammografia


Vincere una paura non vuol dire cancellarla ignorandola e neppure arrendersi impotenti ad essa.
Raccomandazioni dell'american cancer society 20-39 anni, autopalpazione mensile del seno, esame clinico del seno ogni tre anni 40-49 anni, autopalpazione mensile del seno, esame clinico del seno una volta l'anno, mammografia ogni 1-2 anni, mammografia di base entro i 40 anni 50 anni e più.
A questo punto sarebbe utile chiederci: ma come si fa a vincere una paura?Il segnale più comune è costituito dalla percezione tattile di un nodulo non dolente o di uno ispessimento mammario, anche se bisogna precisare che non tutti i noduli sono maligni.Per questo motivo qualsiasi nuovo nodulo, come qualsiasi area sospetta dev'essere controllata dal medico.Potremmo spiegarla come la paura della perdita delle certezze, del senso di sicurezza, di vedere la nostra vita e le nostre abitudini, che con tanta fatica abbiamo fondato, sconvolte da un evento che non è possibile prevedere, come un terremoto, e che ci lascia senza.Autopalpazione mensile del seno, esame clinico del seno una volta l'anno, mammografia ogni anno.Sento quella paura e le faccio spazio dentro di me, così da consentirle di svolgere la sua funzione, ma allo stesso tempo la conosco per capire meglio chi sono io, perché la paura rivela aspetti di noi di cui spesso non siamo consapevoli.Quando prezzi cellulari smartphone vodafone vinciamo una paura, significa che ci siamo aperti a una nuova consapevolezza, che abbiamo fatto nostri quegli aspetti di noi stessi e della vita che non accettavamo, anzi che disdegnavamo con tanta energia.Consigli utili, e' doveroso ricordare ancora una volta l'estrema importanza della mammografia nella prevenzione del carcinoma mammario.Perché ha un effetto così devastante in chi ne soffre?L accettazione è il primo passo.
Questo vuol dire ammettere intanto di avere una paura, ma anche cercare di comprenderla, che non significa cercare di capirla con la mente, ossia razionalmente.
Le modificazioni corporee che si attivano hanno lo scopo di predisporre lorganismo a scappare o difendersi attaccando.La maggior parte dei tumori mammari è infatti sensibile alla presenza di estrogeni che cala drasticamente dopo la menopausa.Anche il dialogo con il medico è di fondamentale importanza.Bisogna infatti comunicare tempestivamente eventuali anomalie riscontrate mediante l'autopalpazione.Per avere maggiori informazioni, visita la sua pagina personale e leggi gli altri articoli.Occorre infatti imparare a riconoscere i noduli naturali prestando attenzione alle dimensioni e alle forme del seno.Dal punto di vista psichico, anche la paura si manifesta attraverso una sensazione di allarme, di forte ansia, anche se è soprattutto il corpo che reagisce nella maniera più intensa: tachicardia, respiro corto e spezzato, senso di debolezza, o nei caso estremi, brividi, tremori, scariche.Tuttavia un eccesso di controlli potrebbe mettere in serio pericolo la stabilità emotiva premio hystrio 2012 della donna provocando ansia e inutili preoccupazioni.In ambito sportivo, lansia anticipatoria correlata a una gara importante può minare la struttura mentale dellatleta che ne soffre, perché ben prima dellevento agonistico la mente si inquina di pensieri negativi e il corpo subisce le conseguenze nefaste delleffetto psicosomatico, a discapito della qualità degli.



Sai cosa si intende con ansia anticipatoria?
La prima volta può nascere in aereo, come conseguenza di una forte turbolenza.
In presenza di fattori di rischio è meglio eseguire una mammografia di controllo una volta all'anno.


Sitemap